◄ Torna a My-Personaltrainer.it

×

Ultima risposta del Forum

Oggi! Salve a tutti. Ho 49 anni, sono alto 1.73 e peso 69kg. Ad aprile scorso, su ispirazione presa dal libro di Tim Ferriss (4 hour for body) ho iniziato un programma di body building semplice, comprendente due allenamenti settimanali molto semplici: petto... Leggi tutto...

Come posso fare gli addominali bassi senza sforzare la schiena?

Ciao! ho 21 anni.il 10 novembre sono statooperato di ernia discale l5-s1.ho sempre praticvato attivita fisica ma facendo un lavoro pesante, dopo un anno circa,mi son dovuto operare.è passato un mese e mezzo e ade faccio riabilitazione...devo iniziare a far anche piscina..la mia domanda è:COME POSSO FARE GLI ADDOMINALI BASSI SENZA SFORZARE LA SCHIENA?LA MIA TERAPISTA NN MI HA SAPUTO RISPONDERE IN MODO CONVINCENTE...
grazie per l aiuto buon natale e buone feste..attendo risp

Loggati o Registrati per rispondere

L'utente ha scelto di riservare la risposta ai soli professionisti della salute.

Salve,
per inciso, gli addominali bassi non esistono, è una zona chiamata così solo per una sensazione di affaticamento che si causa con l'esecuzione di alcuni esercizi che coinvolgono il movimento delle gambe. In realtà il muscolo retto dell'addome è uno e per fisiologici motivi di conduzione elettrica del segnale, quando si effettua una qualsiasi contrazione, questa avviene nell'intera lunghezza della fibra muscolare. Si può definire una partizione del retto dell'addome dal punto di vista del punto di inizio dell'impulso nervoso perchè è dotato di innervazione e quindi placche motrici ascendenti e discendenti, ma il risultato è sempre lo stesso, omogenea contrazione dell'insieme. La motivazione è solo funzionale: inizio il movimento da sotto per determinate esigenze, o da sopra?
Chiarito ciò, ci si potrebbe domandare anche se si possa allenare il bicipite superiore o inferiore!...
L'esecuzione di esercizi differenti per la muscolatura serve solo a rispettare il principio di differenziazione dell'allenamento, per il quale un muscolo risponde meglio se stimolato in modi sempre diversi, ma esamini attentamente il caso.
Nel classico "elevazioni delle gambe tese supini su panca piana o inclinata (addominali bassi...)", si parla proprio di muscoli motori e questi non sono gli addominali, ma i quadricipiti e un altro grande muscolo doppio denominato ileo-psoas, che si inseriscono sul bacino fino alle prime vertebre lombari! Quando si muovono, creano tensione tanto maggiore quanto lungo è il braccio di leva e agiscono in pratica anteruotando il bacino e inarcando la zona lombare creando pressione interdiscale, oltre che, se affaticati, creando dolore nella zona "bassa", perchè passano proprio sotto il retto dell'addome, da qui...
Gli addominali invece agiscono in questo caso da stabilizzatore della colonna in maniera prevalentemente isometrica, ma poi si stancano cedendo e favoriscono ulteriormente l'iperestensione lombare.
Per certezza consulti pure un qualsiasi atlante anatomico!
Gli addominali servono per stabilizzare il tronco, respirare, contenere le viscere e agiscono come motori per alcuni movimenti, lavorando prevalentemente in maniera isometrica o eccentrica, raramente in forma concentrica se non per occasioni atletiche, quidi così andrebbero allenati.
Provi con un reverse crunch a gambe flesse e immobilizzate, sollevando solamente il bacino da terra o arrotolandosi su se stesso o tentando il sollevamento verso la verticale, la schiena in questo modo non si sforzerà molto.v
In ogni caso le consiglio di continuare con esercizi di stabilità e controllo del core per riappropriarsi della piena funzionalità e poter in seguito lavorare con sicurezza!
Saluti,
Daniele Blancuzzi

Servizi: operatore fitness metabolica, laurea in scienze motorie, condizionamento della forza

Lavora a: Pordenone

Loggati o Registrati per rispondere

L'utente ha scelto di riservare la risposta ai soli professionisti della salute.

GRAZIE PER LA SPIEGAZIONE E LA SUA DISPONIBILITA.

Loggati o Registrati per rispondere

L'utente ha scelto di riservare la risposta ai soli professionisti della salute.

io per evitare rischi lavorerei con dei semplici crunch, con i piedi appoggiati a terra vicino ai glutei, ma ancora meglio lavorerei con degli esercizi isometrici. ad esempio:
sdraiato con le coscie verticali e le gambe orizzontali ( a tavolino), appoggia i palmi delle mani alle ginocchia. inspira profondamente. quando espiri premi le mani contro le ginocchia e le ginocchia contro le mani, per tutto il tempo dell'espirazione. non ci deve essere movimento di nulla, solo una forte pressione tra le mani e le ginocchia. non alzare neanche la testa da terra.
l'intensità dello stimolo la moduli in base a quanto premi.

Servizi: Pilates, preparazione atletica, Tonificazione / Rassodamento

Lavora a: Parma

Loggati o Registrati per rispondere

L'utente ha scelto di riservare la risposta ai soli professionisti della salute.

Tags: addominali riabilitazione

Cerca i tag all'interno di My-PersonaTrainer.it: Addominali Ernia riabilitazione

Mappa dei professionisti

Valori nutrizionali

Calorie: 365 Kcal | Carboidrati: 74.26 g | Proteine: 9.42 g | Grassi: 4.74 g

Mais giallo

Attività utenti

Utenti