◄ Torna a My-Personaltrainer.it

×

Ultima risposta del Forum

Oggi! Salve a tutti. Ho 49 anni, sono alto 1.73 e peso 69kg. Ad aprile scorso, su ispirazione presa dal libro di Tim Ferriss (4 hour for body) ho iniziato un programma di body building semplice, comprendente due allenamenti settimanali molto semplici: petto... Leggi tutto...

Defaticamento

Qualcuno mi può spiegare la funzione che hanno gli esercizi de defaticamento (intendo spiegazioni tecnico-scientifiche , non volgio risposte tipo "serve per defaticare il muscolo" ^^ )

G.le utente,
gli esercizi di defaticamento, permettono di evitare problemi cardiologici dovuti alla brusca variazione d'intensità. Se si interrompe improvvisamente l'allenamento intenso, infatti, i muscoli si fermano ma il cuore non è in grado di rallentare il proprio ritmo con la stessa velocità. Così, in caso di brusca interruzione, il cuore continua a pompare sangue in circolo ad un ritmo elevato, determinando un maggiore flusso ematico ai muscoli e lasciando altre aree del corpo, come il cervello, con quantità di sangue inadeguate. È per questa ragione che dopo una lunga corsa o una camminata in salita a ritmo sostenuto si possono avvertire dei capogiri; questi sono particolarmente comuni quando si scende dal tapis roulant o dalla bike intensa.

Inoltre il defaticamento serve per accelerare lo smaltimento dell'acido lattico e di altri cataboliti, evitando il loro accumulo soprattutto nei distretti sensibili alla manifestazione di cellalgia.
Si rinormalizza il respiro tramite ampi atti respiratori. Si fa stretching per allungare le fibre troppo contratte, ecc. ecc..

Insomma, la immagini come una fase di decompressione che evita all'organismo il brusco passaggio da impegno 100% a impegno 0.

Normalmente, la fase di defaticamento dura dai 60 secondi fino a 5 minuti (a seconda dell'intensità dell'allenamento che la precede).

Cordiali saluti.

Servizi: Estetica del corpo, Preparazione completa modelle/i e fotomodelle/i, Integrazione

Lavora a: Rimini

Grazie su questo sei stato chiarissimo (Prefersico se parliamo dandoci del tu anche in modo meno formale, se per te non è un problema^^)
Una cosa che ancora vorrei sapereè invece relativamente al defaticamento in un tempo successivo, ad esempio l'allenamento defaticante che fanno al lunedì i giocatori che sono scesi in campo la domenica...
Questo sicuramente non è per smaltire i lattati perchè questi vengono completamente smaltiti in pochi minuti e non restano in circolo ne nel muscolo...
A cosa serve tecnicamente un defaticamento di questo genere?

Premetto che non sono un istruttore di calcio. E quindi spero che qualche collega con più esperienza in questo settore intervenga e contribuisca alla risposta.

Comunque... il termine defaticante può trarre in inganno. Diciamo che più che allenamento defaticante, quello del lunedì è un allenamento più leggero, dedicato alla tecnica.

Di regola infatti, molti istruttori calcistici dedicano il lunedi o il martedì alla tecnica, poi il giovedì o il venerdì alla performance, e infine la domenica c'è la partita. Allenare per la performance il giorno dopo un allenamento impegnativo come un match di 90' calcistico sarebbe controproducente.
Quindi l'allenamento del lundeì è più blando, dedito alla tecnica, allo stretching e alla respirazione profonda. Del resto, se è vero che l'acido lattico è convertito entro due ore, resta il debito di ossigeno a lungo termine. E quindi un po' di jogging moderato aiuta comunque la rimozione degli altri cataboliti e accelera il ripristino degli ioni calcio nei microtubuli. Lo stretching ridistende muscoli e nervi, riportando l'organismo, lentamente, in stato di quiete.

Il protocollo del lunedì, ovviamente, varia da istruttore a istruttore, ma di regola è composto da:
- stretching, jogging leggero, respirazione profonda, MOLTA tecnica, piccola partitella, training autogeno...

Saluti.

Servizi: Body For Life, Personal Trainer, Allenamento

Lavora a: Rimini

Perfettamente a nulla !
Il riposo dovrebbe essere parte integrante dell'allenamento per permettere i processi compensativi di ripristino di glicogeno muscolare ed epatico, di smaltimento delle scorie e dei cataboliti, e la normalizzazione dei comparti omeostatici endocrini.
Il miglior allenamento defaticante e' sicuramente il riposo
ma facciamogli fare qualcosa a questi giocatori....con quello che guadagnano !
Cordiali saluti

Servizi: personal trainer

Lavora a: Roma

Tags: esercizi

Cerca i tag all'interno di My-PersonaTrainer.it: Esercizi

Mappa dei professionisti

Valori nutrizionali

Calorie: 16 Kcal | Carboidrati: 3.4 g | Proteine: 0.68 g | Grassi: 0.1 g

Ravanello (rapanello, rafano)

Attività utenti

Utenti