◄ Torna a My-Personaltrainer.it

×

Ultima risposta del Forum

Oggi! Salve a tutti. Ho 49 anni, sono alto 1.73 e peso 69kg. Ad aprile scorso, su ispirazione presa dal libro di Tim Ferriss (4 hour for body) ho iniziato un programma di body building semplice, comprendente due allenamenti settimanali molto semplici: petto... Leggi tutto...

problema: cosce grosse!!

sono una ragazza di 22 anni, peso 55 kg per 1.65 di altezza.
Il mio peso sembrerebbe giusto ma non è distribuito in modo omogeneo..mi spiego meglio. Ho la parte sopra del corpo, fino la pancia, molto molto magra (anche troppo dato che ho le ossa in evidenza) mentre la parte sotto è sproporzionata nel senso che ho le cosce molto robuste. Non mi piaccio per niente cosi, sembro una pera! cosa posso fare per ridurre il volume delle gambe?? ho gia provato a mettermi a dieta ma non ho fatto altro che peggiorare la situazione dato che dalla vita in su sembro anoressica. E ho provato anche con lo sport, 5 ore di corsa alla settimana il cui unico effetto è stato aumentare la massa muscolare delle gambe facendole sembrare notevolmente piu grosse...
esiste una soluzione?

Ciao Vale,
da quello che scrivi probabilmente (non vedonti pero' tiro ad indovinare) il tuo e' un problema di ritenzione idrica e cellulite e, se questo questo e' il caso una dieta dimagrante e la corsa sono forse due approcci errati soprattutto se affrontati con la metodologia del fai da te e credo tu ne abbia riscontrato i risultati. Credo anche che il l'aumento di volume a seguito della corsa non sia tanto da imputare ad un amento di massa muscolare quanto un maggior volume di linfa che, per la forsa di gravita' unita agli impatti della corsa ha peggiorato il tuo stato.
L'approccio migliore con il quale potresti affrontare questo problema e' quello di rivolgerti ad un personal trainer che faccia una attenta anamnesi e sappia darti dei consigli su misura.
In linea generale (ma ti esorto nuovamente a prendere quanto scrivo con il beneficio del dubbio di chi non ti ha nemmeno vista), posso dirti che dal punto di vista dell'attivita' fisica ti consiglio di esercitarti con i pesi allenando x primi i polpacci e poi salendo via via a cosce e glutei e, come attivita' cardiotonica ti consiglio la Bike recline che per posizione e movimento favorira' il ritorno linfatico.
La soluzione esiste, non disperare, bastera' che tu ti rivolga and PT e vedrai che il tutto migliorera', non darti al fai da te!
In bocca al lupo!

Messaggio originale inviato da vale88:
sono una ragazza di 22 anni, peso 55 kg per 1.65 di altezza.
Il mio peso sembrerebbe giusto ma non è distribuito in modo omogeneo..mi spiego meglio. Ho la parte sopra del corpo, fino la pancia, molto molto magra (anche troppo dato che ho le ossa in evidenza) mentre la parte sotto è sproporzionata nel senso che ho le cosce molto robuste. Non mi piaccio per niente cosi, sembro una pera! cosa posso fare per ridurre il volume delle gambe?? ho gia provato a mettermi a dieta ma non ho fatto altro che peggiorare la situazione dato che dalla vita in su sembro anoressica. E ho provato anche con lo sport, 5 ore di corsa alla settimana il cui unico effetto è stato aumentare la massa muscolare delle gambe facendole sembrare notevolmente piu grosse...
esiste una soluzione?



Salve, il suo problema è l'essere GINOIDEA, ovvero "a pera" come lei dice. Di conseguenza ne sovviene un particolare profilo ormonale che le va a creare la situazione da lei stessa descritta. Deve per prima cosa effettuare una bioimpedenziometria per verificare lo stato d'idratazione. Si assicuri che il test vien fatto mediante BIA AKERN la quale riesce a valutare persino a livello localizzato ed è l'unica attendibile a livello scientifico. Con i risultati di tale test le si può dire se è normoidratata (ne dubito fortemente), disidratata (può essere!) o in ritenzione idrica (può essere ma è rarissimo nella donna). Ne derivano differenti approcci d'allenamento/dieta ma in ogni caso bisogna effettuarle dei test per ricostruire oltre al metabolismo, anche la genetica muscolare: in ogni caso bisognerà aumentare la massa magra, reidratarla (qualora non lo fosse) e di conseguenza vedrà che dimagrirà e migliorerà sia a livello inferiore che superiore. Non disperi. Le serve obbligatoriamente un servizio di Personal training, non si rivolga alle palestre o al fai da te poichè peggiorerebbe le cose. Cordiali saluti

Servizi: Personal Fitness Training a 360°, Massaggi Drenanti, Consigli alimentari

Lavora a: Bari

Ciao Alfredo,
quoto ogni tua parola in quanto in fai da te soprattutto in casi come questo sarebbe solo dannoso.
Asserisci pero' che la ritenzione Idrica e' rara nelle donne, potresti cortesemente spiegarmi un po' meglio questo concetto?
A quanto ne so e' proprio nelle donne con questo profilo morfologico ed ormonale che l'accumulo di adipe (e probabilmente cellulite fibrosa) negli arti inferiori crea suilibri e pressioni che impediscono un corretto ritorno della linfa dalla vita in giu'. In casi come questo, da punto di vista del massaggio affronto la questione con prima un trattamento muscolare di 2-3 sedute per alleviare eventuali pressioni causate da muscoli costratti poi 2-3 sedute di connettivale per aumentare il metabolismo locale ed in fine 4-5 sedute di linfodrenaggio.
Tengo a precisare alcune cose:
1- il massaggio come terapia per queste (ed altre) situazione e' un fondamentale aiuto ma se non abbinato ad un corretto stile di vita, alimentazione ed attivita' fisica come sempre sono tempo e soldi sprecati.
2-Non intendo assolutamente fare polemica, chiedo solo una delucidazione per qualcosa che probabilemente ho solo frainteso.
Un Abbraccio a tutti!!!!!!!

Buongiorno Captkeep,

in attesa della replica del collega Barulli le confermo che concordo con quanto da lui espresso.

E’ sempre più presente nelle donne più una fase di disidratazione che di ritenzione. Molte donne che presentano gonfiori agli arti, sottoposte a bioimpedenziometria, dimostrano che la loro percentuale di acqua è bassa. In questo caso si può dedurre che tale aspetto è dovuto più ad un fatto di ritenzione locale e non assoluta.

E’ più probabile quindi che questo aumento sia associabile a tessuto adiposo. Si tenga presente che il muscolo contiene circa il 70-75% di acqua in rapporto al 50% del tessuto adiposo. Dunque se ce un aumento di grasso è inevitabile che la percentuale di acqua sia molto bassa.

Un caro saluto
Alessandro

Lavora a: Padova

e dunque se fosse un problema di ritenzione cosa potrei fare?

Messaggio originale inviato da captkeep:
Ciao Alfredo,
quoto ogni tua parola in quanto in fai da te soprattutto in casi come questo sarebbe solo dannoso.
Asserisci pero' che la ritenzione Idrica e' rara nelle donne, potresti cortesemente spiegarmi un po' meglio questo concetto?
A quanto ne so e' proprio nelle donne con questo profilo morfologico ed ormonale che l'accumulo di adipe (e probabilmente cellulite fibrosa) negli arti inferiori crea suilibri e pressioni che impediscono un corretto ritorno della linfa dalla vita in giu'. In casi come questo, da punto di vista del massaggio affronto la questione con prima un trattamento muscolare di 2-3 sedute per alleviare eventuali pressioni causate da muscoli costratti poi 2-3 sedute di connettivale per aumentare il metabolismo locale ed in fine 4-5 sedute di linfodrenaggio.
Tengo a precisare alcune cose:
1- il massaggio come terapia per queste (ed altre) situazione e' un fondamentale aiuto ma se non abbinato ad un corretto stile di vita, alimentazione ed attivita' fisica come sempre sono tempo e soldi sprecati.
2-Non intendo assolutamente fare polemica, chiedo solo una delucidazione per qualcosa che probabilemente ho solo frainteso.
Un Abbraccio a tutti!!!!!!!



Salve, figurati siam qui per questo. Allora tutte le donne del mondo (o almeno tutte le clienti con cui ho avuto a che fare) credono di essere in ritenzione idrica. La verità è che sono tutte disidratate per un semplice motivo: l'acqua è contenuta in dei "secchi contenitori" chiamati "muscoli" e dato che le donne ne hanno pochi, è impossibile che siano iperidratate (ritenzione idrica). Avendo poi pochi muscoli, il grasso è elevato, e il grasso non contiene acqua! Dunque è fisiologicamente impossibile (salvo determinate eccezioni) che le donne siano in ritenzione idrica! Al massimo (ed è raro) sono normoidratate. Se la normoidratazione non ce, non avviene nè lo sviluppo muscolare nè tantomeno il dimagrimento: questo è il motivo per cui ci sono donne o uomini che nonostante diete perfette e allenamenti forsennati non migliorano. La base è la normoidratazione. Quindi la prima cosa è verificare se ce, mediante la bioimpedenziometria. Riguardo al massaggio, secondo gli studi è utile solo in caso di cellulite, il resto sono luoghi comuni creati dalle estetiste: massaggio dimagrante, tonificante, drenante, modellante e bla bla bla. Ovviamente nella ginoidea è tutto più accentuato come tu stesso hai descritto. Ho sfatato tutti questi falsi miti nel mio articolo http://www.my-personaltrainer.it/allenamento/falsi-miti-allenamento-donne.html
Spero di esservi stato d'aiuto e spero di tenervi lontano da "l'acqua che elimina l'acqua".. Poichè se quella già non ce mi sa tanto che si peggiora soltanto!! Saluti a tutti

Servizi: Disponibile per sedute a domicilio, Personal Fitness Training a 360°, Dimagrimento e valutazione metabolismo

Lavora a: Bari

mi avete scritto cose contrastanti e molto tecniche e non ho capito nella pratica cio che dovrei fare...

Messaggio originale inviato da vale88:
mi avete scritto cose contrastanti e molto tecniche e non ho capito nella pratica cio che dovrei fare...



Rivolgiti ad un PT per una consulenza online o nella tua zona per un personal one to one e assicurati che lui lavori in equipe con nutrizionista o dietologo e medico e vedrai che troveranno la soluzione per te! Non è un problema risolvibile fai da te. Saluti

Servizi: Dimagrimento e valutazione metabolismo, "Tonificazione / Rassodamento", Massaggi Tonificanti

Lavora a: Bari

salve a tutti,
Vale scusa, ma il bello di questa community e' proprio che a volte da una domanda scaturiscono discussioni piuttosto approfondite ed interessanti che pero' spesso hanno un che di tecnico che non a tutti gli utenti finali interessa.

Al contrario credo che sia io che Alfredo siamo decisamente sullo stesso piano ossia il tuo problema e' che devi prima di tutto verificare il tuo stato di idratazione (leggi sotto e capirai il disguido) e poi fare in modo di avere un piano alimentare appropriato e un programma di allenamento con i pesi che ti permetta di cambiare la tua composizione corporea.
Ad ogni modo ti ribadisco che quello che devi fare (a mio avviso e credo anche quello dei pt fino ad ora intervenuti) e' affidarti ad un personal trainer con comprovata esperieza, non sprecare soldi e tempo in altre vie (soprattutto il fai da te) in quanto rischi di gettare soldi, tempo o addirittura peggiorare le cose! cercane uno vicino alla tua zona con il motore di ricerca di questo sito oppure facci sapere di dove sei e sicuramente qualcuno di questa community ti consigliera' un valido professionista.

Antonio ed Alfredo, prima di tutto grazie mille per le delucidazioni ed indicazioni molto precise,
Credo da quanto letto che alla fine io abbia fatto un uso improprio del termine "ritenzione Idrica" (mea culpa) quando invece l'aspetto da me affrontato e' forse piu' propriamente da identificare in una problematica di ritorno linfatico presente in moltissime donne (fattori ormonali in primis) e, guarda caso aggravata/causata appunto da una cattiva idratazione e dalla presenza di adipe localizzata (tra le altre cose). Detto questo concordo pienamente sull'importanza del fattore idratazione per risolvere due problemi che sono comunque legati.
Nel caso dell'utente, oltre ad una predispozione dovuta al morfotipo, vi e' quasi sicuramente una disidratazione (anch'essa deducibile dalla morfologia) che come un gatto che si morde la coda porta ed e' poi a sua volta portata, da accumuli di adipe nella zona indicata. A questo punto una verifica dello stato di idratazione e' il passo principale.

Per quanto riguarda i massaggi, da massaggiatore concordo quasi pienamente con quanto dici, nel senso che i massaggi tonificanti, modellanti, dimagranti ed altre cose mostruose che si sentono e leggono nei centri estetici sono nella maggioranza dei casi Cazzate mangiasoldi, ma il linfodrenaggio, il connettivale, il muscolare ed altri tipi di manipolazione hanno alle spalle una discreta letteratura scientifica che ne dimostra la validita terapeutica. A tal proposito occorre specificare (come ho gia' fatto precedentemente) che i massaggi non danno miracoli e non cambiano la composizione corporea di nessuno quindi ad esempio per rimanere nell'ambito del problema dell'utente, manovre di linfordrenaggio non risolveranno il suo problema in toto ma l'avere un buon ritorno linfatico o, lo stimolare il metabolismo locale (dicendo una castroneria da beauty farm chiamiamolo massaggio anticellulite?) di sicuro possono aiutare parecchio (ricordo che le tecniche linfodrananti sono nate in sala operatoria e non dall'estetista). Poi, se non si lavora (appropriatamente) sotto la ghisa, affronta un regime alimentare appropriato (non necessariamente ipocalorico) ed attua alcune modificazioni nello stile di vita che sicuramente non giovano, siamo tutti d'accordo che non si va di certo lontano.
Il tuo articolo l'ho letto e riletto piu' volte Alfredo e anzi, l'ho pure stampato e fatto imparare a memoria a mia moglie che prima aveva paura facendo di pesi di ritrovarsi come ronnie colemann (magari capitasse a me hehe) e poi invece si e' convertita e vuole sempre fare cicli di forza!

Ancora una volta grazie per le delucidazioni e scusaci per la digrassione Vale:-)
Un Abbraccio a tutti!!!!!!!!!!!

Tags: ragazza peso pancia gambe dieta sport corsa settimana aumentare massa muscolare

Cerca i tag all'interno di My-PersonaTrainer.it: Altezza corsa gambe Massa muscolare Muscolare ossa Pancia peso volume

Mappa dei professionisti

Valori nutrizionali

Calorie: 85 Kcal | Carboidrati: 2.61 g | Proteine: 0.07 g | Grassi: 0 g

Vino rosso

Attività utenti

Utenti